La Socializzazione cosa signigica?

Cosa significa socializzazione?Molto spesso quando si parla di cani questo termine viene usato in maniera non corretta, in una sorta di accezione generica che significa “stare con altri”, scientificamente però è molto di più.Il processo di formazione caratteriale e comportamentale del cane si sviluppa e subisce cambiamenti per tutta la vita, in fasi temporali diverse e con caratteristiche differenti.La vita del cucciolo di cane si divide in 6 tappe di crescita, partendo dalla fase prenatale passiamo a quella neonatale, poi al periodo di transizione e solo dopo troviamo il periodo di socializzazione per poi concludere le tappe con il periodogiovanile.Cos’è quindi la “socializzazione” propriamente detta? E’ un processo fondamentale per lo sviluppo sano ed equilibrato di qualsiasi essere vivente, nello specifico parlando del cane ci riferiamo all'interazione con membri della stessa specie (intraspecifica), di altre specie (interspecifica) e con l'ambiente circostante, tutto questo però deve avvenire in un periodo preciso perché si possa parlare davvero di socializzazione, soprattutto perché sia realmente efficace nella formazione caratteriale.
Ci sono due periodi di socializzazione nel cucciolo: tra le 3 e le 8 settimane il periodo si chiama “socializzazione primaria” (quando devono essere ancora con la mamma e in allevamento), successivamente tra le 5 e le 12 settimane si chiama “socializzazione secondaria”, è un momento estremamente importante e delicato, durante il quale solitamente il cucciolo arriva a casa.La socializzazione è un processo chiave per i cani, poiché permette loro di imparare ad interagire in modo efficace e funzionale con altri cani, con gli altri animali e con gli esseri umani evitando problemi di gestione nel futuro.Affrontare in maniera corretta questo momento aiuta il cane a sviluppare le corrette abilità sociali, a ridurre l'ansia e lo stress nelle interazioni e a prevenire comportamenti aggressivi ma anche ad aumentare la fiducia in sé stesso.Tutto quello che viene fatto dopo le 12 settimane non può più essere definito propriamente socializzazione nel termine biologicamente corretto, si potrebbe definirlo più propriamente come un processo di “abituazione” ed è un percorso più educativo e addestrativo rispetto alla socializzazione, che è più complessa e influente.Il lavoro da fare con il cane non finisce, però, con la crescita del cucciolo ma continua per tutta la vita del cane. Interagire con altri cani, con altri animali e con le persone aiuta il cane a mantenere le sue abilità sociali e a prevenire comportamenti aggressivi o spiacevoli soprattutto in contesti urbani.A differenza della socializzazione, l'abituazione riguarda principalmente la risposta comportamentale agli stimoli ma non necessariamente comporta una comprensione profonda delle dinamiche sociali o comunicative.Cosa bisogna fare allora con un cucciolo prima delle 12 settimane?Anche se non ha finito il ciclo vaccinale bisogna portarlo fuori ed esporlo a nuove situazioni, nuovi ambienti e nuove esperienze, cerchiamo però di limitare le interazioni con altri cani facendogli conoscere solo soggetti di cui siamo sicuri, che siano equilibrati e sotto controllo.
Meglio evitare posti dove ci siano troppi cani o troppo passaggio, per non mettere a repentaglio la salute del cucciolo.E’ importante che il nostro cane conosca sin da piccolo situazioni diverse da quelle di casa come ad esempio il bar, un ristorante, un negozio o il mercato settimanale della città.Quando lo portiamo in questi contesti osserviamo sempre le reazioni del cucciolo, se lo vediamo in difficoltà dobbiamo essere capaci di sostenerlo riducendo lo stress provocato dallo stimolo, per esempio allontanandoci un momento o camminando un pochino per poi tornare alla situazione di partenza.Quando il cane supera le 12 settimane bisogna continuare a lavorare sulla sua serenità in ambienti urbani, sociali e dove si trovano altri cani ed altri animali e questo ci consentirà di avere un cane che potrà seguirci ovunque. Il consiglio degli educatori è di evitare le “aree cani” soprattutto con i cani giovani ed ancora di più con i cuccioli perché molto spesso i proprietari che frequentano questi ambienti non sono consapevoli del carattere dei loro cani, mal interpretano i segnali comunicativi e sottovalutano le situazioni, che possono essere rischiose per un cucciolo.Quando passeggiamo con il cane al guinzaglio insegniamogli da subito ad ignorare gli altri cani, l’interazione tra due cani legati è spesso poco efficace e nel muoversi i cani potrebbero farsi male con i guinzagli scatenando una reazione aggressiva degli uni contro gli altri.Invece un discorso a parte va fatto per la classi di socializzazione seguite da educatori preparati e competenti, in quel caso si organizzano incontri tra cani compatibili con lo scopo di migliorare competenze comunicative ed interazioni.

I NOSTRI PRODOTTI:

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
  • Registrare

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password